L’Istituto Diocesano di Musica Sacra “San Cristoforo” è uno strumento pastorale di cui la Diocesi di Piacenza-Bobbio ha voluto dotarsi al fine di promuovere e sostenere il complesso di attività legate al servizio liturgico-musicale, con particolare riferimento alla formazione degli operatori nel settore, alla valorizzazione e promozione del patrimonio musicale di ispirazione religiosa di tutti i tempi e alla riscoperta della funzione educativa e di crescita umana e spirituale propria della musica e dell’arte in genere.
Ci si propone di rispondere alle indicazioni conciliari riguardanti la musica nella liturgia e a recepire gli stimoli di alcuni recenti documenti ecclesiali sul tema di un rinnovato impegno della Chiesa nel settore artistico e culturale (Spirito Creatore e Repertorio nazionale di canti per la liturgia della Conferenza Episcopale Italiana; Lettera agli artisti di Giovanni Paolo II).
L’attività dell’Istituto si articola principalmente in quattro sezioni, strettamente correlate tra loro:


Ufficio Diocesano per la Musica Sacra
Biblioteca musicale
Scuola Diocesana di Musica e Liturgia
Centro Culturale


Attraverso l’attività dell’Istituto la Diocesi si prefigge di percorrere un cammino che conduca a valorizzare la musica come elemento di unità, pur nel rispetto delle caratteristiche proprie di ciascuna realtà ecclesiale. Questo è possibile anzitutto attraverso la formazione di persone che si dedichino con competenza e consapevolezza a questo servizio: senza basi di conoscenza, il servizio musicale liturgico, a differenza dagli altri ambiti della pastorale, sarà caratterizzato da scelte dettate solo dal gusto individuale e slegate dal contesto che gli è proprio. Inoltre sarà necessario uno sforzo da parte di ciascuno per giungere ad avere un repertorio comune diocesano: si tratta di una base minima di canti alla portata di tutti, che ognuno si impegna a diffondere e a tenere vivi, motivato da un senso ecclesiale che nel canto comune si esplicita e trova alimento.